FIG ROLLS

BISCOTTI SETTEMBRINI

In Italia si chiamano biscotti settembrini, in America fig rolls o fig Newton. La ricetta è stata ideata in Ohio da Charles M. Roser che lavorava in una pasticceria di Philadelphia e che ha poi venduto la sua creazione all’azienda Kennedy Biscuit Company.

La compagnia, con sede a Boston, ha rinominato questi deliziosi biscotti fig Newton, non in onore del famoso fisico, bensì come l’omonima città del Massachusetts così come fatto in precedenza con altre specialità anch’esse dedicate a città locali.

La ricetta di Roser ha trovato ispirazione da un biscotto abitualmente fatto in casa e portato negli Stati Uniti da immigrati britannici. In Italia il nome biscotti settembrini deriva dalla tipologia di fichi utilizzati, i settembrini appunto, tipici fichi piccoli e dolci che si trovano nel mese di settembre.

Per la ricetta dei fig rolls ho utilizzato proprio questa varietà di fichi, fuori stagione si utilizzano i fichi secchi.

fig rolls presentazione_1

Ingredienti: per circa 30 fig rolls

  • 150 gr di farina bianca 00
  • 70 gr di farina integrale (ho utilizzato la Gran Riserva integrale di Molini Pivetti)
  • 1 cucchiaino da caffè di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino da caffè di sale
  • 150 gr di burro a temperatura ambiente
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai di latte
  • scorza d’arancia gratuggiata

per il ripieno:

  • 750 gr di fichi freschi
  • 75 gr di miele (o zucchero)
  • 150 gr di succo d’arancia
  • 1 pizzico di sale

in alternativa per il ripieno:

  • 750 gr di fichi secchi
  • 200 gr di succo d’arancia
fig rolls ingredienti

Preparazione dei fig rolls:

  • Stemperare le uova con il latte e sbatterle delicatamente per amalgamare i due ingredienti
  • Lavorare le farine, il lievito, lo zucchero e il sale nella planetaria o in una ciotola; unire il burro a pezzetti e la scorza d’arancia gratuggiata e continuare ad impastare fino ad ottenere delle briciole
  • Unire le uova all’impasto e quando tutti gli ingredienti sono bene amalgamati, formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare in frigorifero almeno un paio d’ore.
  • Se si utilizzano i fichi freschi: sbucciare i fichi, tagliarli a metà e metterli in una casseruola con il miele, un pizzico di sale e il succo d’arancia; fare cuocere a fuoco medio fino a che la marmellata non sarà ben densa e priva di liquidi
  • Se si utilizzano i fichi secchi: tagliare l’apice dei fichi secchi, dividerli in quattro, metterli in una casseruola con il succo d’arancia e farli cuocere fino a che il liquido non è assorbito; mettere quindi i fichi in un mixer e frullare fino ad ottenere un composto liscio
  • Trasferire la marmellata su un piatto largo, lavorarla in continuazione per farla raffreddare quindi metterla in un sac à poche con una bocchetta rotonda e liscia e conservarla in frigorifero fino al momento dell’uso
  • Riprendere l’impasto, adagiarlo su un foglio di carta forno cosparso di poca farina, appiattirlo e formare un grande rettangolo dello spessore di circa 5 mm; creare ora delle strisce di circa 30 x 10 cm
  • Accendere il forno e portarlo alla temperatura di 170°
  • Togliere dal frigorifero il sac à poche e spremere la marmellata al centro di ogni striscia di pasta
  • Piegare il lato lungo di ogni striscia di pasta sopra il ripieno, spennellare pochissima acqua sull’altro lato lungo quindi ripiegare anche questo facendolo aderire bene schiacciando leggermente; girare le strisce in modo che la chiusura rimanga sotto e trasferire le strisce in una teglia ricoperta da carta forno
  • Infornare per circa 15/16 minuti o fino a che la pasta non sarà un po’ colorita
  • Togliere la teglia dal forno e, senza fare raffreddare, tagliare le strisce per formare i fig rolls (circa 5 cm ognuno)
  • I biscottini settembrini si possono conservare in un contenitore ermetico
fig rolls presentazione dettaglio
fig rolls presentazione

Ti è piaciuta la mia ricetta?

Visita la mia pagina Facebook e seguimi, sarai aggiornato su tutte le novità pubblicate

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.