TAHINI


Il tahini, base della cucina mediorientale, è una pasta di semi di sesamo. Fondamentale ingrediente nella preparazione dell’hummus, viene utilizzato largamente nei suoi paesi d’origine.  

Il tahini assume un sapore, una consistenza ed un colore diversi a seconda degli ingredienti utilizzati e del modo in cui si utilizzano. Per avere un sapore più intenso ma anche più amaro si utilizzano semi di sesamo al naturale, se si utilizzano semi di sesamo tostati l’amarezza sarà minore e il tahini avrà un aroma simile alla nocciola.

Normalmente si usano semi di sesamo bianchi ma è possibile utilizzare anche quelli neri, ottenendo la pasta di sesamo tipica dei paesi asiatici.

Il tahini può essere preparato anche senza l’aggiunta di olio ma il risultato sarà sicuramente meno cremoso; sempre per questo motivo consiglio di macinare i semi prima di aggiungere l’olio così da dare più fluidità alla preparazione.

tahini presentazione gourmama

 Ingredienti: 

  • 200 gr di semi di sesamo bianchi
  • 2 cucchiai di olio di semi di sesamo  o di olio dal sapore delicato
  • sale (facoltativo) q.b.

 

tahini ingredienti gourmama

 

Come fare il tahini:

  1. Tostare i semi di sesamo: mettere i semi di sesamo in una padella senza condimento su fuoco medio, mescolare  spesso con un cucchiaio di legno.
  2. Tostare i semi fino a quando sono leggermente colorati (non marroni) e fragranti, circa 5 minuti e trasferirli in un piatto per farli raffreddare completamente.
  3. In alternativa, tostare i semi di sesamo per circa 5 minuti in forno alla temperatura di 180 ° ponendo i semi su una teglia e mescolando un paio di volte.
  4. Versare i semi di sesamo raffreddati in un robot da cucina e macinarli accuratamente per almeno 3 o 4 minuti ne deve risultare una pasta piuttosto friabile.
  5. Unire parte dell’olio e lavorare per un paio di minuti; se necessario raschiare i bordi del contenitore e amalgamare bene il composto.    
  6. Unire il rimanente olio o più se necessario ad ottenere una pasta piuttosto liscia; più olio si aggiunge più il tahini risulterà meno “corposo”.
  7. Se si desidera unire il sale, lavorare il tahini fino a completo assorbimento.
  8. Trasferire il tahini in un contenitore ermetico e conservarlo in frigorifero per circa un mese.
  9. Se la miscela durante la conservazione si dovesse “separare”, rimescolare il tahini per ridistribuire l’olio prima dell’utilizzo.

 

Ti è piaciuta la mia ricetta?

Visita la mia pagina Facebook e seguimi, sarai aggiornato su tutte le novità pubblicate.

www.facebook.com/gourmama

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.