#INACCETTABILE

#inaccettabile: questo l’hashtag scelto per la campagna che intende denunciare l’emergenza malnutrizione.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, l’organizzazione umanitaria internazionale Azione contro la Fame vuole sensibilizzare l’opinione pubblica: ancora oggi nel mondo 154 milioni di bambini soffrono di malnutrizione cronica e oltre 50 milioni di malnutrizione acuta.

#inaccettabile

Pe denunciare questo gravissimo e #inaccettabile problema, Azione contro la fame ha lanciato la terza edizione di Ristoranti contro la Fame, una splendida, lodevole ed efficace campagna internazionale che vede coinvolti oltre 200 ristoranti, grandissimi Chef e partner eccezionali allo scopo di raccogliere fondi contro la malnutrizione infantile.

#inaccettabile gli che e il taglio del nastro

Vi è mai capitato di vedere in fotografia o di persona durante un viaggio uno di quei bambini magri magri ma con una pancia enorme? Non sono certo bambini che hanno la pancia gonfia per aver mangiato troppo, sono bambini che a causa della malnutrizione hanno una malattia chiamata kwashiorkor.
Questo è un esempio: purtroppo tanti, troppi bambini soffrono di malnutrizione cronica perché non hanno quotidianamente i nutrienti necessari, il che li porta ad avere danni allo sviluppo psico-fisico, e troppi arrivano alla morte a causa della malnutrizione acuta.
Per non parlare delle malattie legate all’acqua e alla scarsa igiene.

Perché allora non fare qualcosa, un piccolo gesto per aiutare questi bambini e le loro famiglie? Perché non condividere ciò che abbiamo con chi non ha o ha decisamente di meno?

#inaccettabile locandina

Qualche anno fa in Colombia ho scattato questa fotografia: non la pubblico per la foto in sé, ma per il suo significato. Vedere il gesto di questa piccola bambina che dà da mangiare al suo ancor più piccolo fratellino, mi ha stretto il cuore, ancora oggi riguardandola riprovo la stessa emozione e lo stesso affetto di allora. Questo è comunque un ricordo dolcissimo e positivo ma ne conservo nel cuore altri ben più tristi, di situazioni davvero difficili, nelle quali ci si sente impotenti, si vorrebbe fare qualcosa ma non si sa da che parte iniziare.

#inaccettabile Guajira Colombia

Ristoranti contro la fame è sicuramente un buon inizio e vi spiego come funziona.

I clienti dei ristoranti aderenti all’iniziativa, possono donare 2 euro aggiungendoli al loro conto e condividere così la gioia del cibo con un bambino malnutrito. I ristoranti possono scegliere un piatto o menù solidale, al quale associare la propria donazione, o dedicare una serata speciale in cui una parte del ricavato viene devoluta ai programmi contro la malnutrizione di Azione contro la Fame.

La campagna si apre oggi, 16 ottobre e terminerà il 31 dicembre 2017: il lancio dell’iniziativa Ristoranti contro la Fame è stato fatto qualche sera fa, nella splendida cornice de La Terrazza di via Palestro a Milano alla presenza di grandi Chef che per l’occasione hanno organizzato una degustazione eccezionale di loro piatti. I proventi della serata, offerta dai numerosi e importanti sponsor, sono stati interamente devoluti ai programmi di Azione contro la Fame.

Non poteva mancare l’attore Ettore Bassi, testimonial dell’iniziativa che ha avuto modo di “toccare con mano” la durissima realtà che coinvolge tantissimi bambini durante un viaggio in Madagascar con il direttore generale di Azione contro la Fame, Simone Garroni.
Durante il suo intervento Ettore Bassi ha ribadito che si, questa situazione è #inaccettabile: e che “ho capito che c’è qualcosa che deve essere cambiato in questo mondo, e quello che ho visto durante il viaggio ti fa cambiare il modo di vedere le cose…..”
E ancora “E’ impressionante la forza e la dignità con cui queste persone in difficoltà vanno avanti, alla forza magica di questi bambini, al loro essere sorridenti pur non avendo niente”.

#inaccettabile ettore bassi

Per la prima volta l’iniziativa si estenderà anche alle pizzerie trazie al sostegno dell’Associazione Pizzaioli Napoletani: durante la campagna, tutte le margherite delle pizzerie aderenti diventeranno le “Margherite contro la fame” e 0,50 cent aggiunti ad ogni pizza andranno in donazione ad Azione contro la Fame.

Inoltre, grazie alla collaborazione con la superba cioccolateria La Perla di Torino, le donazioni dei clienti potranno essere accompagnate dal cioccolatino della felicità personalizzato Azione contro la Fame, una coccola a fine pasto dal significato solidale.

#inaccettabile filippo novelli

#inaccettabile cioccolatino della felicità

#inaccettabile
Ristoranti contro la Fame
dal 16 ottobre al 31 dicembre 2017

per ulteriori informazioni:

www.azionecontrolafame.it

www.ristoranticontrolafame.it

di Monica Valllan

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *