AGRI TRAVEL & SLOW TRAVEL EXPO

 

Prende il via il 15 febbraio Agri Travel & Slow Travel Expo, il salone dedicato alla promozione del turismo rurale e slow che quest’anno si presenta al pubblico e agli addetti ai lavori con un format sempre più innovativo e ricco di novità.

Il più grande obiettivo di Agri Travel & Slow Travel Expo è diffondere una precisa etica legata al viaggio e al rispetto per l’ambiente che porta con sé valori più ampi legati a benessere, qualità della vita e conservazione dei luoghi e del patrimonio immateriale.
Da qui l’idea, nata più di quattro anni fa, di dare vita a un’occasione unica per scoprire le tante opportunità offerte dall’Italia e dall’estero e i diversi modi di approcciarsi alla conoscenza dei luoghi e delle culture che ci circondano.

 

agri travel & slow travel expo

Per il grande pubblico:

Agri Travel & Slow Travel Expo si rivolge al grande pubblico nelle giornate dal 16 al 18 febbraio con La Fiera dei Territori. La manifestazione a ingresso gratuito intende proprio dare la possibilità di toccare con mano l’affascinante mondo della filiera del turismo rurale e slow, presentando alcune delle tematiche che stanno attualmente interessando i nuovi viaggiatori: sostenibilità, cibo, turismo eco. E tanti saranno gli eventi che animeranno le tre giornate tra intrattenimento, folklore, tradizioni, showcooking, degustazioni e molto altro ancora. Tra gli stand vi sarà anche una forte rappresentanza dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (UNPLI) con la “Piazza dei sapori e dei colori d’Italia” e molti altri partner.

Come sempre, particolare attenzione sarà data al cibo, uno dei protagonisti assoluti della manifestazione che quest’anno assume ancora più importanza in relazione alle celebrazioni del 2018, proclamato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo MiBACT e dal Ministero delle politiche agricole, ambientali e forestali MiPAAF “Anno Internazionale del Cibo Italiano nel mondo”.

 

fiera dei territori

 

La Fiera dei Territori presenterà quindi un’area interamente dedicata al turismo enogastronomico ricca di iniziative volte a mostrare quanto l’enogastronomia rappresenti la portavoce d’eccellenza della tendenza attuale a considerare il nostro Paese quale meta di turismo lento, esperienziale e sostenibile dove il “food” diventa la nuova attrattiva culturale e il simbolo di tipicità di un luogo e dove l’offerta culinaria gioca un ruolo cruciale nella decisione della destinazione, pacchetto e/o struttura ricettiva delle proprie vacanze.

Non mancheranno poi come sempre presentazioni e approfondimenti ruotanti attorno al turismo lento, sostenibile e accessibile: cammini, trekking, cicloturismo, itinerari in montagna e collina, vie d’acqua, strutture green e molto altro ancora.

Altra novità di quest’anno sarà il focus sul turismo religioso, in quanto spesso le mete agri e slow comprendono nelle vicinanze luoghi di culto, percorsi e cammini spirituali che favoriscono un contatto mistico con la natura. Temi ben evidenziati nei documenti redatti dall’Unione Europea nell’istituire il 2018 quale “Anno europeo del patrimonio culturale”.

 

 

Per gli operatori del settore:

Due giorni di incontri B2B, workshop, convegni e tavoli di discussione e di lavoro con importanti partner nazionali e internazionali interessati ad approfondire un processo di internazionalizzazione e sviluppo di sinergie con realtà diverse e operatori motivati e sensibili a questo mercato.

Le due giornate presentano infatti un ricco calendario di eventi che vedranno la partecipazione di importanti realtà rappresentative del settore. E’ il caso di Eurogites, la Confederazione Europea del Turismo Rurale che comprende 35 associazioni rappresentative di 27 paesi europei, partner della manifestazione fin dalla sua prima edizione.

Oltre a enti pubblici e privati, fondamentale è la collaborazione con il mondo della scuola al fine di coinvolgere le nuove generazioni, molto sensibili ai temi dell’ambiente, della sostenibilità e dell’accessibilità.

Coinvolti in particolare gli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado, l’Università e l’AEGEE (Association des Etats Généraux des Etudiants de l’Europe), organizzazione studentesca che valorizza la cooperazione, la comunicazione e l’integrazione nell’ambiente accademico, che quest’anno promuove il tema della “Mobilità sostenibile”, argomento che si colloca in perfetta linea all’interno della manifestazione nell’ottica di un turismo che rispetta l’ambiente e la persona.

Informazioni utili:

Dove: Agri Travel & Slow Travel Expo Fiera di Bergamo

              Ente Fiera Promoberg – Fiera Bergamo – Via Lunga – 24125 Bergamo

Quando:

  • 15-16 febbraio 2018 per gli operatori del settore
  • 16-18 febbraio 2018 per il pubblico
    INGRESSO GRATUITO

Per ulteriori informazioni: www.agritravelexpo.it

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.