RAGU’

Un classico della cucina italiana, il ragu’‘ è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Quella che propongo è la ricetta del ragu’ della mia mamma di origini emiliane, che io ho leggermente modificato. Richiede molto tempo, non solo per la preparazione, ma soprattutto per la cottura che deve essere lunga e lenta. Io approfitto di una di quelle giornate di pioggia in cui viene meno la voglia di uscire per farne una grande quantità che poi surgelo facendone tante piccole porzioni, una soluzione comoda per averlo sempre pronto 😉

ragu'

Ingredienti: (le dosi proposte sono per una grande quantità di ragu’, se desiderate potete tranquillamente diminuire le dosi mantenendo le proporzioni)

1 kg di carne trita di manzo
500 gr di carne trita di maiale
300 gr di salsiccia
100 gr di pancetta dolce
1 carota
1 gambo di sedano
1 cipolla
1/2 lt di vino rosso
1/2 lt di brodo
5 latte da 400 gr di polpa di pomodoro
2 cucchiai e mezzo di doppio concentrato di pomodoro
olio di oliva extravergine
1 cucchiaio di burro
sale, pepe
1/2 cucchiaino da tè di zucchero

Preparazione:

Lavare e mondare le verdure.
In una pentola, possibilmente di coccio o di ghisa, scaldare il burro e abbondante olio, unire le verdure e la pancetta tritate finemente.
Lasciare appassire molto lentamente facendo in modo che non prendano colore.
Togliere il budello alla salsiccia e sgranarla insieme ai due tipi di carne. Unire al soffritto e fare rosolare bene le carni, aiutandosi con una forchetta per ridurre la carne a pezzetti piccoli e senza grumi.
Aggiungere il vino e farlo evaporare.
Incorporare la polpa di pomodoro (risciacquare le latte con un pochino di acqua e unire alla preparazione), il concentrato di pomodoro sciolto in tre mestoli di brodo e aggiustare di sale e pepe (fate attenzione alla quantità di sale, meglio stare un po’ indietro ed aggiungere successivamente).
Unire lo zucchero, mescolare bene e fare cuocere circa 5 ore aggiungendo al ragu’, se necessario, qualche cucchiaiata di brodo caldo.

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *