LA COLAZIONE DEGLI ASTRONAUTI DELLA NASA DIRETTI A MARTE

nasa-food-bars-orion-mission

Dopo decenni di ricerca e l’nvio di astronavi in esplorazione su Marte, la NASA ha l’ambizioso obiettivo di inviare esseri umani sul pianeta all’incirca nel 2030.
Il viaggio verso il pianeta rosso sarà il primo del suo genere e, in caso di successo, porterà gli astronauti a bordo della navicella Orion pù lontano di dove si sono mai spinti prima.

Un percorso di questo tipo presenta molti ostacoli, uno dei quali è il problema del cibo. Come può l’equipaggio assumere cibo nutriente e gustoso avendo a disposizione solo un piccolo magazzino per le provviste sul veicolo spaziale? Una soluzione: barrette alimentari per colazione, che gli scienziati stanno attualmente sviluppando e testando.

Nel mondo reale, le barrette alimentari come sostitutivi dei pasti sono cosa normale, ma la creazione di barrette da colazione per coloro che saranno nello spazio per un periodo prolungato di tempo richiede una serie di requisiti completamente diversi. Parte della sfida è la creazione di barrette che abbiano un buon sapore, ma anche che contengano tutti i valori nutrizionali e calorie sufficienti.

“In questo momento non ci sono in commercio barrette che soddisfino le nostre esigenze, così abbiamo dovuto progettare qualcosa che possa funzionare per l’equipaggio e nello stesso tempo abbia una conservazione pluriennale”, ha detto in un comunicato della NASA Takiyah Sirmons, specialista in alimentazione con il team d’avanguardia di tecnologia alimentare al Johnson Space center della NASA a Houston.
Non solo queste barrette offrono nutrimento, ma economizzano anche lo spazio a bordo della sonda. In teoria, le barrette alimentari occuperanno meno spazio rispetto ai tradizionali pasti per la colazione e persino a quelli disponibili a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

“Quando si ha qualcosa contenente dalle 700 alle 900 calorie, significa avere della massa indipendentemente dalla forma, quindi abbiamo studiato come risparmiare massa, riducendo imballaggio e stivaggio di ciò che l’equipaggio avrebbe mangiato per la prima colazione nei prossimi voli di Orion con equipaggio”, ha detto Jessica Vos, vice dell’autorità tecnica di salute e medicina per Orion, in un comunicato della NASA. “Quando si pensa a missioni di più settimane su Orion, avere un solo pacchetto per i prodotti da colazione per l’equipaggio ci aiuterà a limitare lo spazio che abbiamo bisogno per stoccarli”.

In questo momento la NASA sta testando le barrette sulle persone per avere un feedback sulla qualità (ad esempio, il sapore e la consistenza). Questi risultati contribuiranno allo sviluppo di un programma di pasti sostitutivi che può servire al risparmio di spazio delle barrette alimentari senza sacrificare la varietà o lasciare gli astronauti vulnerabili alla spossatezza dovuta al cibo.
credit: @kitchn

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *