CROSTATA ALLA MARMELLATA DI ALBICOCCHE

La più classica delle crostate qui nella versione alla marmellata di albicocche. In questo caso ho usato una marmellata confezionata non essendo stagione di albicocche. Ottima anche con la marmellata di prugne.
Vi consiglio di seguire attentamente le indicazioni, otterrete una pasta estremamente friabile.

CROSTATA_MARMELLATA_ALBICOCCHE

Ingredienti:

1 stampo da crostata da 24 cm di diametro

250 gr di farina
185 gr di burro freddo
125 gr di zucchero
60 gr di tuorli (3/4 tuorli a seconda della grandezza delle uova)
scorza grattugiata di mezzo limone
1 baccello di vaniglia
1 pizzico di sale
500 gr di marmellata

Preparazione:

La pasta frolla va impastata velocemente, non si deve riscaldare, pertanto è opportuno avere tutti gli ingredienti già pesati a portata di mano.
Io uso una planetaria ma si otterrà lo stesso risultato impastando a mano purché in tempi brevi.

Grattugiare la buccia di mezzo limone facendo attenzione ad utilizzare solo la scorza e non la parte bianca.

Aprire il baccello di vaniglia, privarlo dei semi e tenere da parte.

Sbattere leggermente i tuorli con un pizzico di sale.

Lavorare burro e zucchero, unire i tuorli, gli aromi ed infine la farina.
L’impasto non deve risultare appiccicoso.
Fare una palla, appiattirla leggermente con il matterello, avvolgere la pasta nella pellicola e metterla in frigorifero circa 2 ore perché si stabilizzi.

Riprendere la pasta e stenderla con l’aiuto di un mattarello infarinato fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo cm.
Foderare lo stampo facendo aderire bene l’impasto, con il matterello togliere la pasta in eccesso e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta. Mettere lo stampo una decina di minuti ancora in frigorifero.

Ricoprire il fondo con la marmellata, con la pasta avanzata creare delle strisce per decorare o altre decorazioni a piacere.

Infornare a 170° per circa 25 minuti

CROSTATA_MARMELLATA_ALBICOCCHE CROSTATA_MARMELLATA_ALBICOCCHE CROSTATA_MARMELLATA_ALBICOCCHE

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *