STILLLIKE – ARTURO DELLE DONNE

stilllike_mostra-fotografica-di-arturo-delle-donne

Comunicato stampa

Il 2 dicembre presso la Scuola de La Cucina Italiana, in via San Nicolao, 7 a Milano, verrà inaugurata STILLLIKE, la mostra fotografica di Arturo Delle Donne, fotografo specializzato in Food Photography, dedicata agli ingredienti fondamentali e più comunemente usati in cucina.

“Il progetto Stilllike è un omaggio fotografico alla cucina italiana, soprattutto al prodotto che sta alla base di tante ricette che sono la tradizione culturale della nostra cucina. Abbiamo, forse, il più grande patrimonio enogastronomico del mondo, fatto da una grande diversità di prodotti e il progetto a cui ho dato vita si basa proprio su questa diversità, vista in modo differente con uno sguardo ravvicinato, quasi analitico. Dei close up estremi che portano l’osservatore a gustare i soggetti delle foto soltanto con gli occhi riportando la mente a ricordi fatti di sapori”- commenta Arturo Delle Donne.

“Abbiamo organizzato una mostra personale di Arturo delle Donne, con l’obiettivo di far conoscere al nostro pubblico quello che è il mondo della cucina in tutte le sue declinazioni. La cucina, ora più che mai, è in continua evoluzione e può prescindere da aspetti esclusivamente pratici, sposando nuovi concetti come il gusto per l’estetica, la moda e il design. Il fil rouge che ci lega a Condé Nast, ci ha spinti a proporre nuovi corsi, abbracciando trend comuni e di interesse, come il food design e la food photography, di cui Arturo ne è abile maestro. La mostra si fa portavoce di quelli che sono gli obiettivi e gli aggettivi che descrivono al meglio la Scuola de La Cucina Italiana: tecnica, gusto, prodotto e design” – così Emanuele Gnemmi, direttore de La Scuola de La Cucina Italiana.

La serie completa è composta da 20 scatti, di cui 13 in mostra e 7 in consultazione e su ordinazione presso la segreteria.

Contestualmente ai 13 scatti esposti nella sala eventi della scuola, saranno in vendita presso la segreteria una decina di fotografie in formato A4 che avranno sempre come soggetto singoli ingredienti della nostra tradizione.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 5 al 23 dicembre, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 19.30, su appuntamento. Per info e prenotazioni: scuola@lacucinaitaliana.it – 02 49748004

Arturo Delle Donne

Fotografo professionista, laureato in biologia e dottore di ricerca in ecologia, inizia la sua attività professionale con il reportage pubblicando diversi servizi su riviste specializzate come Gente Viaggi, Mondo Sommerso ed Aqva, alcune sue foto sono state pubblicate da Whitestar/National Geographic. Si specializza,poi nella Food Photography e nel giugno 2008 vince il primo premio della qualità creativa in fotografia professionale nella categoria food, la cui prestigiosa giuria l’ha giudicato: “un’autore di una versatilità fuori dal comune”.

Nel 2005, in collaborazione con la Solares Fondazione delle Arti di Parma, ha iniziato un progetto fotografico “Closer Portraits” con più di 80 ritratti di personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura tra cui Wim Wenders, Mario Monicelli, Ernest Borgnine, Bernardo Bertolucci, Daniel Pennac, Michelangelo Pistoletto, Hanna Schygulla, Edoardo Galeano, Gerard Depardieu, Emir Kusturica, James Ivory, Peter Greenaway e tanti altri.

Nell’ottobre 2008 presenta la sua personale “Tribes” presso la Galleria Leggermente fuori fuoco di Salerno, il lavoro fa parte di un più grande ed ambizioso progetto da considerarsi l’incipit di una trilogia “The Last Breath on Earth”. “Memes” presentato a Genova presso la VisionQuesT gallery fa parte del secondo filone ed il ciclo si chiude con “De Rerum Naturae”. A ottobre 2011 è stato uno dei quattro fotografi della VisionQuesT gallery invitati a partecipare a Chic Art Fair di Parigi (affiliata FIAC).

Ha curato la parte iconografica del volume “Gusto Italiano” dell’ALMA – Scuola Internazionale di Cucina Italiana, edizioni Plan, uscito a marzo 2012.

Nel giugno del 2013 ha esposto “ The trilogy” presso il museo di arte contemporanea di Velikij Novgorod (Russia).

Print Friendly, PDF & Email
Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *